Che cos’è il CURIT

Che cos’è il CURIT

COS’È IL CURIT

Il Catasto Unico Regionale degli Impianti Termici (CURIT) è una banca dati istituita da Regione Lombardia nel 2008 per raccogliere e gestire i dati relativi a tutti gli impianti termici presenti sul territorio regionale. Grazie a questo strumento è possibile monitorare lo stato degli impianti termici e consultarne i dati tecnici, oltre alle manutenzioni effettuate. Sul sito del CURIT i cittadini possono trovare: dati sul proprio impianto termico, per verificarne l’integrità e l’aggiornamento delle manutenzioni.

Nella banca dati del CURIT si trovano:

  • Il nome del proprietario, dell’occupante dell’immobile e del responsabile dell’impianto termico;
  • La potenza termica dell’impianto;
  • La data di installazione;
  • Il modello e la matricola del generatore/dei generatori;
  • I dati del manutentore;

Con l’obiettivo di identificare ogni impianto termico in modo inequivocabile, la normativa regionale ha introdotto la TARGATURA. Un beneficio in più per le operazioni di manutenzione e ispezione. Per agevolare l’analisi e l’osservazione degli impianti esistenti sul territorio nel nostro caso Milano e Provincia, della qualità dell’aria e della diffusione delle fonti di energia rinnovabile.

CHI INSERISCE I DATI DELL’IMPIANTO SUL CURIT

Ci sono più soggetti abilitati ad aggiornare il CURIT, l’installatore, che crea la scheda dell’impianto al momento dell’installazione. Il manutentore, riporta i dati di ogni intervento e manutenzione effettuata, con il relativo pagamento della dichiarazione di avvenuta manutenzione.

l’ispettore, che aggiorna il libretto dell’impianto in occasione del controllo effettuato, come organo di controllo che segnala varie anomalie, che se non risolte poi vengono sanzionate dall’ente.

L’ ente locale, che può aggiornare i dati a seguito di segnalazione da parte del manutentore o dei cittadini e che emette sanzioni sugli impianti non regolari.

Si possono trovare tutti i decreti regionali in vigore, o riferimenti alle normative vigenti.

La prima Targa Impianto è da applicare sul generatore, le altre due Targhe Impianto sono da conservare a cura del cliente. La prima delle due Matrici è da applicare sul nuovo libretto di impianto da noi rilasciato, dopodiché la seconda è da applicare sul Rapporto di controllo.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *