Il nuovo libretto impianto

Nuovo Libretto Impianto cos’è?

Il nuovo libretto d’impianto è richiesto per gli impianti di riscaldamento invernale senza limiti di potenza, di impianti di raffreddamento estivo e di produzione di acqua calda sanitaria, esclusi gli scaldaacqua.

La novità consiste nel fatto che si tratta di un unico libretto composto da più schede variabili a seconda delle caratteristiche dell’impianto, il libretto deve sempre essere presente per tutti gli impianti termici.

L’ analisi combustione per il controllo dell’efficenza negli impianti per riscaldamento invernale scattano quando si supera la potenza utile 10 kW. Mentre per impianti di raffreddamento estivo i controlli di efficienza energetica scattano invece quando si superano la  potenza utile 12 kW.

Controlli e Verifiche sull’efficenza

A loro volta, le verifiche scattano ogni qualvolta si intervenga sull’impianto per disposizione di legge, con una tempistica diversa a seconda della tipologia e potenza dell’impianto, stabilità dalla regione. Ad esempio, per le caldaie a gas o metano normalmente installate in una singola unità immobiliare si interviene ogni due anni. Per i vecchi Libretti di centrale e i Libretti di impianto compilati in precedenza dovranno essere allegati al nuovo Libretto impianto.

La normativa prevede che la compilazione del libretto sia a cura del responsabile dell’impianto. Per responsabile dell’impianto si intende il proprietario o l’amministratore del condominio, nel caso di singole unità immobiliari residenziali l’occupante o inquilino.

Rapporto di controllo e manutenzione

Per quanto concerne gli esiti dei controlli, la UNI 10436:2019, propone uno specifico Rapporto di controllo sul quale l’operatore è chiamato ad esprimere il proprio giudizio sullo stato dell’apparecchio.  Secondo i criteri ormai usuali in tutte le norme di recente pubblicazione e cioè: idoneo – temporaneamente idoneo – non idoneo.

Le sanzioni dipendono da eventuali disposizioni delle Regioni. A carico di proprietario, inquilino, amministratore di condominio sono previste sanzioni che vanno da 500 a 3000 euro.

Mentre per il manutentore che non provvede a redigere e sottoscrivere il rapporto di controllo tecnico sono previste sanzioni da 1000 a 6000 euro.

Catasto Unico Regionale Impianti Termici

Il Catasto Unico Regionale degli Impianti Termici (CURIT) è una banca dati istituita da Regione Lombardia nel 2008 per raccogliere i dati relativi a tutti gli impianti termici. Grazie a questo strumento è possibile monitorare lo stato degli impianti e consultarne i dati tecnici, oltre alle manutenzioni effettuate.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

All'inizio ero molto restio a chiamarli, la proposta era più alta degli altri Centri. Mi sono dovuto ricredere il prezzo vale tutto il servizio offerto. Abbonamento sottoscritto.

Luigi Bianchi
Luigi BianchiCorsico

Parlare con il servizio clienti mi ha aiutato nella sottoscrizione dell'abbonamento, sottoscritto on-line come consigliato sconto ottenuto. Tutto Incluso senza sorprese!

Vittorio Proietti
Vittorio ProiettiCinisello

Sono molto soddisfatto, del servizio svolto. Ottima accoglienza della titolare e graditissimo omaggio. Provate per Credere.

Mario R.
Mario R.Milano
Style switcher RESET
Body styles
Color scheme
Background pattern
Background image